A 68 anni ci lascia Guido Elmi, storico produttore di Vasco Rossi

A darne la notizia dal web Red Ronnie. Aveva festeggiato i 40 anni di carriera del Rocker di Zocca al Modena Park un mese fa

Guido Elmi, produttore di Vasco Rossi dagli inizi degli anni '80 (fonte: web)

<Il mio amico Guido Elmi è volato nell’altra dimensione. – con un post su facebook, Red Ronnie, esordisce parole di cordoglio nel ricordo dell’amico Elmi- Lo conosco dai primi tempi con Vasco Rossi inizio anni ’80. Le ultime volte che l’ho visto è stato ai due concerti di #ModenaPark e nelle dirette dalla Fonoprint la settimana scorsa. Lo avevo visto molto stanco”. Era “un grande produttore, quello che con ‘Bollicine’ rivoluzionó il rock in Italia”>.

A 68 anni, lo storico produttore di Vasco Rossi, è morto nella sua casa di Bologna, già malato da tempo. Era stato male un anno fa ma poi, ripresosi, ha partecipato anche alla festa del Rocker di Zocca, il Modena Park, il 1 luglio scorso -“forse si è trattato di una recrudescenza improvvisa della malattia”- ha fatto sapere lo staff di Vasco Rossi.

L’addio è arrivato anche da Enrico Ruggeri, definendolo “un grande comunicatore, un artista, profondo e intuitivo. Pochi manager hanno saputo costruire cultura e costume come lui”. Numerose le collaborazioni artistiche di Elmi, tra cui spiccano nomi eccelenti come gli Stadio, Edoardo Bennato, Alberto Fortis, Marco Conidi, gli Skiantos.

E non poteva mancare un post di Vasco Rossi, nel ricordo dell’amico che lo ha accompagnato dagli inizi degli anni ’80. Proprio ieri Vasco aveva fatto riferimento, dalla sua pagina facebook, al rapporto con Guido Elmi, con il quale non sono di certo mancati i litigi e le crisi, ma che comunque, oggi che quello storico amico non c’è più, pubblica con dolore: <Guido se ne è andato improvvisamente… era molto stanco. Io sono molto triste. Una consolazione è che ha fatto in tempo a partecipare, vivere e vedere la grande festa di Modena Park ! Wiva Guido !>.

Elmi stava per pubblicare il suo secondo disco da solista, ma evidentemente il destino ha voluto che da solista restasse a noi soltanto il primo lavoro, risalente ad un anno fa, intitolato “La mia legge“. A tal proposito disse: “Ho sentito la necessità di creare qualcosa di mio, con il mio viso, le mie rughe, la mia storia: lo specchio dei miei ricordi, sul quale ho riflettuto per vent’anni”.

Laureatosi in Scienze Politiche, nel ’78 conosce Maurizio Solieri, con il quale fonderà la Steve Rogers Band, accompagnando Vasco Rossi in tuor. Un anno dopo sarà il produttore di Colpa D’Alfredo e successivamente coautore di testi di canzoni. Una lunga carriera piena di collaborazioni, come attestano i numerosi messaggi di cordoglio da parte di tutto il mondo della musica, tristemente in lutto.

Print Friendly
Pubblicato il 31 luglio 2017
Categorie
Musica

Articoli correlati