Bomba nella storica pizzeria di Gino Sorbillo.Riapriremo presto!

Chiusi per bomba. Gino Sorbillo, maestro pizzaiolo e imprenditore, ha il viso tirato quando posta su Facebook la foto davanti lo storico locale di via dei Tribunali a Napoli.

Sul posto sono arrivati gli uomini della Polizia scientifica per tutti i rilievi del caso. Le indagini sono coordinate dalla Dda di Napoli. Gli inquirenti devono raccogliere le prime informazioni e indirizzare l’inchiesta. Al vaglio le immagini delle telecamere che sono presenti nella via e quelle del locale.

Riapriremo presto” promette Sorbillo in un video ricorda come quegli stessi locali erano stati devastati da un incendio il 26 aprile del 2012. Il personale era tornato a lavoro a giugno.

Tantissimi i messaggi di solidarietà e le reazioni della politica da parte di tutti gli schieramenti. Sorbillo è soprattutto un imprenditore che ha esportate l’arte dei pizzaiuoli, riconosciuta patrimonio dell’Unesco, fino a New York dove nel novembre del 2017 ha aperto un locale in cui il sindaco di New York Bill de Blasio è stato pizzaiolo per un giorno.

Dopo l’incendio di 5 anni fa adesso arrivano anche le bombe a Via Tribunali 32 dove c’è la sede storica…”, continua Gino Sorbillo che coglie l’occasione per ricordare anche la giornata del pizzaiolo, oggi 17 gennaio. “In tutte le pizzerie della città ci saranno i festeggiamenti: centinaia di pizzerie serviranno una pizza speciale ai propri clienti e sarà questa per me l’occasione per ricordare a tutti i pizzaioli della città che dobbiamo essere sempre uniti.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 17 Gennaio 2019
Categorie
AttualitàCulturaDiritti e GiustiziaMagazineSSC Napoli

Articoli correlati