Caserta, studente sotto stupefacenti investe e uccide professore

Uno studente di 21 anni, sotto effetto di cannabis, ha travolto con l’auto e ucciso il professore con il quale avrebbe dovuto sostenere l’esame.

Lo scorso sabato mattina 6 luglio, uno studente di 21 anni di Caserta si stava recando con l’auto, una Fiat 500, a sostenere l’esame  da privatista . A bordo dello stesso veicolo, un parente che lo aveva accompagnato ad affrontare l’ennesima prova, dopo ripetute bocciature. Contemporaneamente sul ciglio della strada, la statale Appia nel territorio di Sessa Aurunca (Caserta) il 55enne Paolo Rigliari, originario di Teano, professore di sassofono del conservatorio di musica Nicola Sala di Benevento, stava cambiando la ruota forata del proprio fuoristrada, assistito da un parente, in un punto evidente, visibile.

L’auto guidata da giovane ha deviato, travolgendo e investendo i due malcapitati ai margini della carreggiata: il professore è morto sul colpo, il parente, ferito gravemente, è stato soccorso e trasportato all’ospedale San Rocco di Sessa. Rintracciato dai carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca, il giovane è stato sottoposto a un test antidroga, risultando positivo all’abuso di stupefacenti (cannabis), pertanto è stato fermato e sottoposto agli arresti domiciliari per omicidio stradale. I motivi dell’insano gesto sono ancora da accertarsi, sebbene attribuibili alle sostanze psicotrope assunte dal giovane.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 8 Luglio 2019
Categorie
CampaniaMagazineNews

Articoli correlati