De Magistris: “L’incendio sul Vesuvio è un attentato alla nostra terra. Vinceremo questa guerra!”

Durante la seduta odierna del Consiglio Comunale il primo cittadino si è espresso sulla questione incendi chiedendo un minuto di raccoglimento. La sua indignazione anche sui social

Riportiamo di seguito le parole del sindaco Luigi De Magistris, che questa mattina durante la seduta del Consiglio Comunale si è espresso sulla questione incendi definendola un attentato alla nostra terra. Per questa ragione il primo cittadino ha richiesto in aula un minuto di silenzio nel rispetto del patrimonio ambientale campano.

“Oggi non facciamo un minuto di silenzio per la morte di una persona, ma per la morte di una montagna. Quanto accaduto, per quanto mi riguarda, equivale ad un omicidio. Noi dobbiamo sapere chi sono queste persone che hanno provocato un danno al nostro territorio e alla nostra vita, distruggendo un patrimonio ambientale. Ora non è il momento di individuare responsabilità, ma di esprimere un sentimento di ferma condanna delle azioni criminali e di profonda tristezza per la distruzione di un patrimonio costruito nei secoli, e questo sentimento deve unire tutti. Un ringraziamento va a tutti coloro che in veste professionale o come semplici cittadini hanno cercato in questi giorni, e in ogni modo, di difendere il territorio. Nei prossimi giorni si dovrà approfondire il tema delle responsabilità, perché si ha il diritto di sapere che strategie criminali vi sono e chi sono gli autori. Anche i cittadini, però, hanno il dovere di vigilare. Oggi, dunque, non prevale l’analisi, che certo dovrà esserci, ma dire che il Consiglio comunale condanna chi oltraggia la nostra terra”.

De Magistris ha parlato anche della serie di incendi divampati in città nella scorsa giornata: “Quello che è accaduto ieri a Napoli è un fatto inusuale e mai verificatosi. A macchia di leopardo, da una parte all’altra della città, dalla periferia al centro, ci sono stati una serie di incendi dolosi, che mi sembra chiaro, rappresentano un evidente attacco alla città. Su questo ognuno di noi deve fare delle opportune riflessioni, si deve interrogare e deve dare delle risposte. Noi lo faremo, lo faremo per tutta l’estate e non ci muoveremo da qui, mettendo in campo tutte le azioni necessarie per difendere i nostri territori. Facciamo almeno in modo che questa tragedia immane, non solo non accada mai più, ma serva a smuovere le coscienze”.

Il primo cittadino ci ha tenuto a diffondere il proprio pensiero anche sui social. Ecco il post apparso sulla pagina ufficiale Facebook del sindaco:

Fonte: Napoli Today

Chi commette un omicidio in un attimo distrugge la vita di un persona. La cancella, in un momento. Chi incendia un…

Pubblicato da Luigi de Magistris su Domenica 16 luglio 2017

Print Friendly
Pubblicato il 18 luglio 2017
Categorie
Area VesuvianaNews

Articoli correlati