L’Emilia-Romagna fa un passo avanti importante sul terreno dei diritti: dopo 39 ore di discussione, approva la legge anti omofobia

Dopo una maratona di 39 ore, l' Assemblea legislativa dell'Emilia Romagna ha approvato la legge anti omofobia

Bologna– Mercoledì 24 nell’aula del consiglio regionale, arriva la legge contro le discriminazioni. Il Pd è determinato, tanto che, il capogruppo democratico, Stefano Caliandro, aveva assicurato: “Abbiamo chiesto l’oltranza, i nostri medievalisti della destra si portino le scarpe comode, perché andremo avanti fino all’infinito, finché la legge non sarà approvata”.

Ebbene, dopo una maratona di 39 ore, alle tre e trenta di questa mattina, la legge è stata approvata. Il via libera è arrivato con 33 sì e 10 no: contrari Lega, Fratelli d’ Italia e Forza Italia.

“La dignità delle persone non si ferma con l’ostruzionismo. L’Emilia-Romagna fa un passo avanti importante sul terreno dei diritti, affermando il diritto alla piena autodeterminazione di ogni persona in ordine al proprio orientamento sessuale e alla propria identità di genere. Fissiamo un principio che mai deve essere messo in discussione, e cioè che ogni persona vale in quanto tale, per ciò che è. Con queste parole, Il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, esprime la propria soddisfazione per l’approvazione della legge contro le discriminazioni e le violenze determinate dell’orientamento sessuale.

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 27 Luglio 2019
Categorie
AttualitàCuriositàDiritti e GiustiziaItaliaMagazineNewsPoliticaSpeciale

Articoli correlati