Napoli. Cultura Energia Economica con una mostra di Erbino

Lunedì 4 dicembre ore 18.30, gli spazi di Medì in Piazza Dei Martiri 30, ospiteranno Relations, la mostra personale di Tonia Erbino

La creatività come elemento fondante della cultura d’impresa. Lunedì 4 dicembre ore 18.30, gli spazi di Medì in Piazza Dei Martiri 30, ospiteranno Relations, la mostra personale di Tonia Erbino, a cura di Claudia Del Giudice. Il percorso espositivo rientra in un progetto di più ampio respiro, Cultura Energia Economica, nato da una proposta dell’ODCEC, Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, insieme con la Fondazione dell’ODCEC Napoli.

In una città ricca di storia, fascino e talenti come Napoli bisogna puntare sulla cultura affinché diventi volano dell’economia, punto di partenza per il rilancio della città. È quanto si propone Cultura Energia Economica: intervenire in ambito culturale per sfruttare un’importante risorsa del territorio, con la finalità di creare un indotto. Ampio spazio, dunque, alla creatività in tutte le sue forme di espressione, poiché essa genera innovazione in tutti i campi del sapere.

«L’ODCEC si propone di dare un impulso concreto alle imprese che operano nel settore culturale – spiega Vincenzo Moretta, presidente dell’ODCEC di Napoli – e lo fa mettendo a disposizione i locali dell’organismo di mediazione e un supporto professionale per l’esposizione di artisti di formazione ed età eterogenea».

La creatività costruisce nuove regole, annulla le visioni stereotipate, definisce nuovi parametri capaci di tradursi in sviluppo sostenibile. Il percorso espositivo di Tonia Erbino si compone di oli su tela in cui i colori sembrano ammorbiditi da una sensibilità raffinata, capace di sondare le profondità dell’animo per rappresentare quei meccanismi complessi, intricati che sottendono alle relazioni umane. «I transfert pittorici di Tonia- spiega Claudia Del Giudice – proiettandosi sulle tele mediante sovrapposizioni di colore e pennellate pastose, a tratti verticali e indefiniti, riproducono in forma attuale le dinamiche relazionali più disparate possibili, investigatrici della fragilità dei personaggi imbrigliati in esse».

 

Fonte: C.S.

Print Friendly
Pubblicato il 27 novembre 2017
Categorie
CampaniaCulturaEventiGLobalNews

Articoli correlati