Nola: La questione della terra dei fuochi.

In onore del Tenente Michele Liguori

Continuano le iniziative promosse dall’Associazione Unione Giovani Penalisti di Nola.

I giovani avvocati in  onore di Michele Liguori, tenente della polizia locale venuto a mancare per una grave patologia contratta durante il servizio, terranno il giorno 17 Aprile presso il Salone delle Armi del Tribunale di Nola, un nuovo incontro formativo. L’iniziativa, di forte sensibilizzazione per l’intero territorio, vedra’ la partecipazione di autorevoli relatori che potranno non solo chiarire l’attenzione della Cedu sul fenomeno ma soprattutto gli strumenti per contrastare l’avanzamento di simili accadimenti, attraverso un forte lavoro sul territorio di sensibilizzazione dei giovani.

“Bisogna partire  dai giovani per riprendere in mano il territorio e ricucire il tessuto sociale” — afferma la vicepresidente Giovanna Russo

Il via vai illegale dei rifiuti industriali redditizio per i delinquenti e pericoloso per chi tentava di bloccarlo, i miasmi tossici respirati durante le lunghe perlustrazioni, i veleni che andava a scavare con le proprie mani, furono letali per il tenente Liguori, ma grazie a lui la Terra dei fuochi non è più un luogo ma un fenomeno”. Un fenomeno talmente grave e pericoloso per l’ ambiente e la salute da spingere papa Francesco a donare al mondo e alle future generazioni l’importantissima enciclica “Laudato si’”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 12 Aprile 2019
Categorie
Diritti e GiustiziaSalute

Articoli correlati