San Giuseppe V., de Magistris ospite di RcV per la “Città Ribelle”

Patto DeMa – Rinascita Civile Vesuviana per il riscatto di San Giuseppe e del Vesuviano

Sala gremita a San Giuseppe Vesuviano per il Sindaco di Napoli e della Città Metropolitana Luigi de Magistris, nella sede di Rinascita Civile Vesuviana, per celebrare la sinergia politica tra il suo movimento DeMa e quello del movimento Sangiuseppese.

In tanti hanno partecipato con grande entusiasmo alla serata, che ha visto il “Sindaco Arancione” presentare  il suo libro “La Città Ribelle – Il Caso Napoli”, accompagnato da una delegazione del direttivo di RcV composta, oltre che dal presidente Francesco Giugliano, da Luigi Duraccio e da Giuseppe Cutolo. 

Luigi De Magistris ha ripercorso minuziosamente il suo percorso professionale e politico, partendo dal “boicottaggio di Stato” dell’inchiesta Why Not, da lui condotta all’epoca del secondo governo Prodi, sino ad arrivare alla magica esperienza amministrativa napoletana, che ancora oggi, seppure tra mille problemi e difficoltà, sta portando avanti da Sindaco con coraggio e  grande dignità. Passaggi importanti del discorso di De Magistris hanno riguardato “Il rinnovato impegno all’attuazione integrale della Costituzione”, “Al recupero della Questione Morale” e al “Respingimento di ogni forma di razzismo e discriminazione” temi, questi ripercorsi dal sindaco, da sempre al centro dell’azione politico-sociale di Rinascita Civile Vesuviana. 

Con Luigi De Magistris e gli altri compagni e amici di DeMa abbiamo intenzione di avviare un percorso che ci porti a liberare San Giuseppe Vesuviano da una classe politica che, in circa 30 anni, ha saputo regalarci solamente degrado e scioglimenti per infiltrazioni camorristiche” ha dichiarato il presidente Giugliano.

“Ad oggi  – continua l’esponente di RcV – ci ritroviamo con un paese privo di strutture sportive e aree verdi, privo di puc e di un qualsivoglia piano di sviluppo commerciale, con un ecomostro come la Vasca al Pianillo che continua ad avvelenare noi e l’ambiente circostante. Dobbiamo rialzare la testa, domani è già troppo tardi: con DeMa guardiamo al futuro anche per creare una forte sinergia con la Città Metropolitana”.

Dal canto suo, Luigi De Magistris non si è affatto tirato indietro e ha da subito accettato la sfida: “Scendere in campo con voi per sconfiggere la vecchia politica che ha distrutto San Giuseppe ed il Vesuviano? Io ci sto! Sono qui per darvi coraggio: il sistema clientelare si può sconfiggere, noi a Napoli lo abbiamo dimostrato. Uniti ce la faremo!”.

 

Fonte: Comunicato stampa

 

 

Print Friendly
Pubblicato il 12 febbraio 2018
Categorie
CampaniaCulturaDiritti e GiustiziaGLobalInchiesteMagazineNewsSan Giuseppe Ves.

Articoli correlati