Scuola 2018/19: vacanze Natale, Pasqua e ponti +++Ecco il calendario+++

La scuola è iniziata da poco più di un mese e già si pensa a tutte le festività che copriranno l’anno scolastico.

In arrivo tra poco è la prima festività molto gradita agli studenti per gli ampi margini di “pontificare” che offre: la festa di Ognissanti, che cade il Primo novembre, giorno della solennità di tutti i santi ed il 2 novembre, che è la commemorazione dei defunti. Quest’anno, per la gioia di studenti e professori, i due giorni religiosi cadono di giovedì e venerdì, perciò molte regioni hanno dato disposizione per fare il ponte “lungo” e tornare tra i banchi di scuola e nelle sedi di lavoro lunedì 5 novembre, per godersi un rilassante fine settimana autunnale. C’è comunque da precisare che il Miur ha comunicato la disposizione delle singole regioni riguardo al ponte Ognissanti, che hanno una autonomia nella gestione, sempre nel rispetto del numero minimo di 200 giorni previsti per la validità dell’anno scolastico. Lombardia, Toscana, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Sicilia sono le regioni che non hanno previsto il ponte, mentre Marche e Sardegna hanno previsto la chiusura delle scuole oltre che il 1°, anche il 2 novembre, quindi un ponte parziale. Le altre regioni hanno deciso di disporre il ponte prolungato, quindi in Piemonte, Liguria, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Abruzzo, Molise, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata,  le lezioni saranno sospese sia il 2 che il 3 novembre

A seguire poi sarà la festa dell’Immacolata Concezione, una celebrazione cattolica che cade l’8 dicembre che però cadrà,  e che è dedicata alla Vergine Maria. Avremo poi le vacanze di Natale, che quest’anno, visto che il 21 dicembre è un venerdì, cominciano il 22 dicembre e proseguono fino al 7 gennaio 2019. Nell’anno nuovo, il 2019, la prima festa per restare a casa è quella di Pasqua, che sarà il 21 aprile. Le vacanze cominceranno venerdì 19 e continueranno fino a martedì 23, anche se molte scuole potrebbero allungare il periodo di relax fino a dopo il 25 aprile, giorno anch’esso rosso sul calendario, poiché ricorda l’Anniversario della liberazione d’Italia, cioè fino al 26 aprile se non addirittura fino al 29 aprile che è un lunedì. c’è quindi chi potrà godere di un lunghissimo ponte dal 19 al 29 aprile.  

Segue poi il 1° maggio che cade di mercoledì, questa volta al centro della settimana. L’unica festa che nel 2019 non darà alcuna possibilità di stare a casa è quella del 2 giugno, la Festa Nazionale della nascita della Repubblica Italiana, che cadrà di domenica.

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 30 ottobre 2018
Categorie
CategorieDiritti e GiustiziaItaliaMagazineNewsSpeciale

Articoli correlati