Sky sospende Carlo Alvino: aveva augurato la morte ad un tifoso della Juventus

Microfono spento per Carlo Alvino domenica sera alla prima di campionato del Napoli, ospite allo Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia di Pescara.  Molti hanno collegato la decisione presa dal colosso di...

Microfono spento per Carlo Alvino domenica sera alla prima di campionato del Napoli, ospite allo Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia di Pescara

Molti hanno collegato la decisione presa dal colosso di Murdoch ad un episodio risalente al mese di luglio, quando il giornalista-tifoso è finito al centro di una vera e propria bufera mediatica per aver augurato in diretta «una morte lenta e sicura» ad un tifoso juventino nel corso della trasmissione “Dimaro per primi”, andata in onda sull’emittente locale Tv Luna.

In seguito alla vicenda, i supporter bianconeri non hanno esitato un solo istante, rispondendo con una raccolta firme in cui veniva chiesto a Sky di interrompere ogni rapporto professionale con Alvino. 

Lo stesso giornalista ci ha tenuto a spiegare la situazione su Twitter, dove ha scritto al suo pubblico: “Scusatemi, vi devo una spiegazione sulla mancata telecronaca Sky. L’azienda sta facendo le sue giuste valutazioni in settimana vi informo”

Intanto “Il Napolista” ha lanciato un appello per ridare voce ad Alvino, a cui hanno preso parte anche dei tifosi illustri, tra cui i cantautori Gigi D’Alessio, Nino D’Angelo, lo scrittore Maurizio De Giovanni e i giornalisti Guido e Sandro Ruotolo.

Print Friendly
Pubblicato il 23 agosto 2016
Categorie
SSC Napoli

Articoli correlati