Benvenuto VSV LAB. Il nuovo progetto multietico dove moda, territorio e sostenibilità si incontrano.

Il 7 maggio a Terzigno un evento per presentarlo

Vsv Lab nasce da un’idea di Vittoria Miranda, giovane imprenditrice di Terzigno, forte della conoscenza dell’industria tessile, settore conosciuto attraverso l’attività di famiglia e poi approfondito attraverso gli studi, spinta dalla forte volontà di impegnarsi per fare la differenza nell’ambito dell’innovazione sostenibile del settore moda.

Il progetto nasce dalla necessità di risolvere un problema esistente, comune e insito nel settore dell’abbigliamento, cruciale per l’economia dei paesi vesuviani. Parliamo delle rimanenze di magazzino con le quali ogni azienda produttrice di abbigliamento si trova a fare i conti ogni stagione. Per VSV Lab queste rappresentano non solo una sfida ma anche l’incipit di un progetto che dal commercio si ramificherà nell’educazione sartoriale, fino a creare una community di creativi, attraverso i fili conduttori della valorizzazione del territorio e dell’eco-sostenibilità.

Vsv Lab rimetterà in circolo questi prodotti, tramite il suo e-commerce, includendo capi invenduti e quindi intatti, serie di campionari e quindi pezzi unici, e articoli upcycled, ovvero capi recuperati e rinnovati con l’aggiunta di personalizzazioni, applicazioni o dettagli a loro volta recuperati da scarti di tessuti, dei cosiddetti “capi d’arte”. L’iniziativa rappresenterà una risorsa per le aziende del territorio, che daranno una nuova vita alle proprie rimanenze e scarti, e per i consumatori finali, che potranno vivere un’esperienza di shopping unica nel suo genere, con un’occhio alla sostenibilità. Ma non finisce qui: VSV Lab nasce ai piedi del Vesuvio, e in quanto tale ne vuole rappresentare la fierezza, la creatività e il gusto. Sarà quindi promotrice ed organizzatrice di eventi e laboratori volti alla promozione di attività legate all’artigianato, all’informazione ed al recupero.

A fare da sfondo a questi appuntamenti sarà l’esclusività e la bellezza di luoghi quali il museo MATT, il museo Emblema o lo stesso parco nazionale del Vesuvio. Grazie alla collaborazione dei fornitori e dello stesso comune, VSV Lab farà dell’antispreco un suo valore fondamentale, organizzando donazioni di abbigliamento oltre che laboratori di riciclo di tessuti e di capi invenduti, promuovendo l’Upcycling, un fenomeno ormai pervasivo nel mondo della moda, con lo scopo di diventare un punto di riferimento per il lato etico e green della moda nei Paesi Vesuviani.

VSV Lab non è l’ennesimo brand di moda di cui nessuno ha bisogno. In un mercato saturo come quello dell’abbigliamento c’è il forte bisogno di intraprendere nuove strade, come quella di un’economia più circolare. La moda è ciclica e, in quanto tale, consente di tornare al passato con fierezza ed entusiasmo, allora perché produrre qualcosa che già c’è?

VSV Lab #00 – 7 maggio 2022 presso il Museo MATT di Terzigno

Il primo appuntamento da non perdere per conoscere da vicino questa nuova realtà si terrà presso il Museo Matt di Terzigno, a patire dalle ore 17:00, il 7 maggio 2022. Sarà aperto al pubblico e a tutti gli interessati. L’evento sarà un’occasione per presentare VSV Lab in tutte le sue sfaccettature, grazie ad un pomeriggio informale in un ambiente rilassato, aperto alle chiacchiere e alla divertente sperimentazione. Dalle ore 18:00 circa sarà Serena Autorino, (aka @The_peterpan_collar) influencer ed esperta di vintage, a tenere un workshop sulla moda green e sostenibile. Infine sarà possibile personalizzare al momento alcune shopper bag realizzate partendo dal recupero di merce invenduta.

Fonte: C.S.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 5 Maggio 2022
Categorie
AmbienteArea VesuvianaAttualitàCampaniaCategorieEventiGLobalMagazineNewsRLocalTerzigno

Articoli correlati