Nasce GUSTAVOLO, l’innovativa app per la ristorazione con tanti premi per i clienti

Presentata a Terzigno l'applicazione per smartphone con sistema Android o IOS

Da un’idea di Tommaso Cutolo, giovane imprenditore di San Giuseppe Vesuviano, nasce GUSTAVOLO, la prima applicazione “made in Campania” per prenotare posti in un ristorante, braceria o pizzeria, affiliati all’app.

Inoltre, l’applicazione, oltre a gestire la prenotazione del tavolo, offre con il principio dell’instant win, la partecipazione immediata all’estrazione di premi. Per i primi tre mesi di attività sarà possibile vincere weekend a Barcellona, trattamenti in centro benessere con massaggi ed anche ingressi al Parco nazionale del Vesuvio, poi cambieranno ogni tre mesi con altri premi di pari valore.

Ambizioso il progetto di Tommaso, affiancato in questa iniziativa imprenditoriale dalla moglie Autilia Casillo, parte come start up con sede operativa a Torre del Greco e si pone l’obiettivo di  coinvolgere, entro un anno di attività, almeno duemila ristoranti in tutta Italia.

L’applicazione, sviluppata dall’agenzia creativa Based, è già scaricabile su smartphone con sistema IOS o Android è stata presentata il 7 ottobre a Terzigno, presso la tenuta privata Il Castagno. All’appuntamento, organizzato in collaborazione con Laura Gambacorta e Fabio Oppo, hanno partecipato le strutture presenti in questa prima fase nella app, che hanno offerto una degustazione di una propria specialità alla stampa e agli ospiti presenti.

Per quanto riguarda i ristoranti erano presenti: Alici come prima di Cetara, ‘A Luna Rossa di Bellona, Bistrot Zì Rosa di Sant’Anastasia, Casa Barbato di Montoro, Food for Life di Casoria, Il Moera di Avella, I Rota Vino & Cucina di Mercato San Severino, La Bettola del Gusto di Pompei, Locanda Mariacarolì di Sant’Anastasia, Mamma Elena di San Giuseppe Vesuviano, Mazì di Castellammare di Stabia, Megaron di Paternopoli, Osteria Donna Maria di Torre del Greco, Tenuta di Bacco di Monte di Procida, Trattoria San Francisco di Tramonti e Mannaia Braceria di Marcianise. Accanto alle proposte degli chef anche quelle di diverse pizzerie: Luigi Cippitelli di San Giuseppe Vesuviano, Franco Gallifuoco di Napoli, Ciro Savarese di Arzano, pizza Verace di Portici e Pomodorìa Gustarosso di Sarno. A completare il corposo percorso degustativo vi erano le dolci creazioni de La Mela stregata di Lusciano e delle pasticcerie Castello di Cervinara, Di Dato di Angri e Pesce di Avella. Gli assaggi dei piatti degli chef e delle pizze erano accompagnati dall’acqua Apura Assoluta, dalle birre Menabrea by Il Torchio, Cuore di Birra e Donjon e dai vini delle aziende Poggio Ridente, Santiquaranta, Ciù Ciù, Cantine Sullo e Venegazzù Vini.
Chiusura con i liquori dell’Antica Distilleria Petrone, non potevano mancare la postazione del caffè e l’angolo dei sigari e del cioccolato fondente.

Abbiamo notato che molti locali gestiscono l’attività in ambito familiare – ha dichiarato Cutolo nel corso della presentazione alla stampa – e con questa applicazione forniamo al ristoratore, tramite una piattaforma manageriale, unica posto dove confluire tutte le prenotazioni e gestirle autonomamente senza alcun intervento da parte nostra, creando così un dialogo diretto tra cliente e ristoratore, anche per fornire risposte immediate dal ristoratore o per soddisfare particolari esigenze richieste dal cliente“. Il sistema offre, tra l’altro anche una specifica identità digitale al cliente, garantendo al ristoratore la veridicità della prenotazione.

Tecnicamente – aggiunge il giovane imprenditore – funziona così: il cliente, dopo aver scaricato l’app, fa una ricerca dove vuole mangiare, sceglie il locale e prenota. Dall’altro lato, il ristoratore risponde e conosce la prenotazione e la conferma. Una volta giunto al locale, il cliente trova il tavolo prenotato senza alcun sovrapprezzo, il ristoratore conferma la presenza del cliente, che accede ad una giocata istant win:  si attiverà sul dispositivo dove è stata effettuata la prenotazione la giocata con vincita su algoritmo, non su abilità, in maniera istantanea“.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 8 Ottobre 2019
Categorie
Area VesuvianaAttualitàEconomiaMagazineNewsTecnologia

Direttore Responsabile Report Magazine e Report Napoli

Articoli correlati