Terzigno. Gli assessori uscenti Falciano e Mosca: “La nostra idea della Terzigno che verrà”

Due semplici proposte su cui lavora la squadra del candidato sindaco Francesco Ranieri

Diritti riservati REPORT Mag
Due semplici ma ambiziose proposte su cui lavora la squadra del candidato sindaco Francesco Ranieri avanzate dagli assessori uscenti Genny Falciano, con delega alla Cultura, e Antonio Mosca, alle Attività Produttive.
L’idea è semplice ma di ampio respiro: mettere la cultura, nel suo insieme,  al primo posto dell’agenda dell’Amministrazione Ranieri e al centro del Paese Vesuviano.

Secondo Genny Falciano, prima eletta in assoluto a Terzigno nell’ultima tornata elettorale “nel caso di riconferma dell’Amministrazione Ranieri si aprirà un tavolo politico con Regione, Soprintendenza, Parco Archeologico di Pompei e MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, per realizzare un vero e proprio “Polo del sapere” che mirerà a creare un percorso turistico, archeologico, scolastico e culturale unico nel suo genere.

Palazzo Contaldi (ex sede municipale)

Si partirà – continua Falciano – dalla realizzazione della pista ciclo pedonale lungo la dismessa linea ferroviaria Torre Cancello e si proseguirà con la realizzazione del Parco Archeologico Naturalistico Geologico nella ex Cava Ranieri, di recente bonificata; passerà attraverso la costruzione del nuovo liceo a via Galilei e prevederà la riqualificazione ed il recupero del Palazzo Contaldi (nella foto) che sarà destinato a “Palazzo della Cultura e del Sapere” contenete una biblioteca comunale, aule studio multimediali per gli studenti e in quello che era il vecchio comando dei Vigili Urbani, di una aula di musica e registrazione.
Il percorso passerà dal MATT, il Museo Archeologico Territoriale in Via Einaudi per ritornare poi alla pista ciclo – pedonale.
Una sfida e un sogno che permetteranno a Terzigno di imporsi come attrattiva per nuovi investimenti e per i milioni di turisti che ogni anno visitano la Campania e la vicina Pompei.
Una sfida che solo l’Amministrazione Ranieri può immaginare e vincere, come è stata quella per la concretizzazione di un Museo a Terzigno. Impensabile fino a poco fa che ciò potesse accadere.
Il sogno di una Terzigno diversa è possibile e realizzabile, una Terzigno a misura di uomo, per i ragazzi, per i turisti, per chi ama la cultura e che favorirà tutti gli indotti legati alla ricettività, alla ristorazione, al turismo enogastronomico e a quello naturalistico, sfruttando anche i finanziamenti per la riqualificazione di Piana Tonda“.
“Un progetto del genere – aggiunge Antonio Mosca – potrà essere da volano per le nostre attività ricettive, artigianali e commerciali e favorirà l’apertura di nuove attività.
A questi soggetti promettiamo di impegnarci attraverso uno studio di fattibilità per concretizzare un “bonus tributario” per artigiani e commercianti e che possa portare a misure di sgravi sui tributi comunali in favore di chi ha voglia di intraprendere e di avviare attività ricettive, di ristorazione, commerciali ed artigianali sul nostro Territorio.
Un impegno ad ampio raggio – conclude Mosca – per una Terzigno che possa finalmente tornare a brillare, grazie ai tanti finanziamenti che siamo riusciti a portare e che riusciremo ancora ad intercettare, oltre che ai numerosi progetti già realizzati e alle nuove proposte della squadra che sostiene Francesco Ranieri“.
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Categorie
CategorieCulturaGLobalMagazineNewsPoliticaRLocalTerzigno

Articoli correlati