A tutto Jazz.

Quando la modernità ha il sapore di revival musicali senza tempo.

Esploso a New Orleans nel 20 secolo, il jazz è un genere musicale che univa  forme musicali occidentali alle culture africane anticoloniali. Questo importante porto fluviale della Louisiana , riuscì a mescolare generi musicali diversi  grazie agli incontri dei musicisti neri  in voga in quel momento, dove la regola fondamentale era improvvisazione. Louis Amstrong , Duke Ellington, Bessi Smith furono i massimi esponenti di un’era chiamata Jazz d’oro.

Questo genere musicale caldo e rivoluzionario  è molto amato, con qualche vena di modernità, in molti caffè italiani e salotti ,grazie ai quali sorseggiando un buon whisky si può rivivere l’atmosfera musicale degli anni del proibizionismo americano, e perché no, consumare un’ottima pausa pranzo al ritmo di Jazz.Milano e Torino sono diventate le capitali di questa tendenza , offrendo moltissimi punti ristoro e free time , promossi da importanti associazioni musicali e culturali .

In rete  moltissimi eventi e concerti  allieteranno le calde serate dell’imminente stagione estiva, dove si esibiranno giovanissimi artisti e talenti, i quali saranno pronti a ricevere anche  le recensioni di un pubblico non ancora informato sulla nuova tendenza del jazz moderno , difatti come enunciò lo stesso Amstrong

”se hai bisogno di chiedere cos’è il Jazz, non lo saprai mai”

 

Print Friendly
Pubblicato il 3 maggio 2017
Categorie
CategorieCulturaCuriositàGLobalItaliaMagazineMondoMusicaNuovi talentiSpeciale giovanili

Articoli correlati